Cf inverso, come si calcola e perché è utile per reperire informazioni

0
5
cf-inverso

Il cf inverso è un dato molto utile per reperire maggiori informazioni sul richiedente di un mutuo o di un prestito. E’ infatti un codice univoco, attribuito dalla nascita e proveniente da un algoritmo specifico di tipo alfanumerico.  Il suo calcolo, è basato su regole molto precise che analizzeremo in questa guida e che è possibile ottenere grazie anche a dei calcolatori online.

Codice fiscale, i primi elementi identificano Cognome e Nome

Il codice fiscale in generale, è un codice univoco di tipo alfanumerico associato fin dalla nascita ad ogni soggetto. Formato da 16 caratteri, è rilasciato dal Comune in cui ogni soggetto nasce. E’ in vigore dal 1973. Inoltre, è da alcuni anni anche inserito nella tessera sanitaria, permettendone un più immediato utilizzo anche nelle prestazioni sanitarie.

Ma come si calcola il cf inverso? E’ bene sapere che ognuno dei 16 caratteri ha un preciso significato e permette di identificare in modo univoco la persona a cui è riferito. Le prime tre lettere, ad esempio, sono riferite al cognome e in genere ricavate dalla prima, seconda e terza consonante. Sono poi presenti:

  • Tre lettere per identificare il nome. Anche in questo caso il criterio di base sono le consonanti del nome.
  • Prime due cifre numeriche. Per identificare l’anno di nascita e a cui segue una ulteriore lettera per il mese di nascita e del giorno di nascita.

Rispetto a questi due punti, tuttavia, è bene fare alcune precisazioni molto utili per un calcolo più corretto.

Come calcolare data di nascita e comune di nascita

Se per il calcolo dei primi dati anagrafici come cognome e nome, è da fare riferimento alle consonanti contenute in tali dati. Per quanto riguarda il calcolo del Cf inverso sulla nascita è da valutare altri elementi. Innanzitutto, ogni mese è identificato da una lettera univoca ovvero:

  • Lettera A per tutti coloro che sono nati nel mese di Gennaio.
  • Lettera B per i nati nel mese di Febbraio.
  • Lettera C per chi è nato nel mese di Marzo.
  • Lettera D per tutti i nati nel mese di Aprile.
  • Lettera E per identificare i nati nel mese di Maggio.
  • Lettera H per i nati nel mese di Giugno.
  • Lettera L per chi è nato nel mese di Luglio.
  • Lettera M per tutti coloro che sono nati ad Agosto.
  • Lettera P per tutti i nati del mese di Settembre.
  • Lettera R per chi è nato nel mese di Ottobre.
  • Lettera S per i nati nel mese di Novembre.
  • Lettera T per identificare i nati nel mese di Dicembre.

Ricapitolando, dopo il Cognome e Nome, il codice fiscale inverso è costituto dalle ultime due cifre dell’anno di nascita e dal mese identificato univocamente da una delle lettere appena citate. E’ poi da aggiungere il giorno di nascita. In questo caso, vi è una distinzione tra uomo e donna.

Per la prima categoria, si considera il numero così come è. Per la donna, invece, è da aggiungere sempre 40 al numero della data di nascita. Il Cf inverso, continua con 4 caratteri alfanumerici che identificano in modo univoco il Comune di Nascita e si conclude con un ultimo carattere di controllo. Tale dato, assicura che ognuno presenti un codice univoco soprattutto nei casi di omonimia.